Il Rotaract club Palermo Mediterranea per il “Treno della Memoria”

 

 

La finalità educativa del progetto.

Il Treno della Memoria è innanzitutto un percorso educativo e culturale. Da sempre un’esperienza collettiva unica, un viaggio “zaino in spalle”. Non è una semplice gita scolastica, bensì un circuito di cittadinanza attiva in cui i giovani partecipanti negli anni diventano prima formatori e poi, alle volte, organizzatori in una catena di trasmissione dell’impegno.

E’ un progetto di educazione informale e “alla pari” che sviluppa una strategia educativa volta ad attivare un processo naturale di trasmissione orizzontale di conoscenze, esperienze ed emozioni svolto in un’ottica di cooperazione, rispetto reciproco e solidarietà.

A ciascun gruppo educativo vengono affiancati due o più formatori che, nei mesi precedenti il viaggio, svolgono attività propedeutiche al viaggio stesso.

Attività informali di laboratorio e lezioni frontali costituiscono l’impostazione del nostro decennale metodo volto alla formazione storica ed alla costruzione di un gruppo “protetto” che valorizzi le differenze e all’interno del quale ogni partecipante possa esprimersi liberamente. Nell’ambito del percorso sono costantemente incentivate e promosse forme di espressione creativa ed artistica (musicale, teatrale, video/fotografica e pittorica) volte a preparare e, successivamente, elaborare l’esperienza vissuta.

Il percorso educativo e l’affiancamento proseguono lungo tutta la durata del viaggio e al rientro in Italia nei mesi successivi, nei quali vengono proposte, organizzate e realizzate attività di “restituzione” alla cittadinanza dell’esperienza vissuta a cura dei partecipanti. Il percorso educativo è obbligatorio ed è parte integrante del progetto in quanto rappresenta la precondizione necessaria a vivere in maniera consapevole, informata e costruttiva l’intera esperienza sotto il profilo storico, emotivo ed educativo.

L’intero percorso di formazione è validato dal Comitato scientifico dell’Associazione Treno della Memoria, composto da docenti universitari, ricercatori e formatori provenienti da tutta Italia. Esso viene supportato da materiale educativo, didattico e bibliografico consegnato nel corso di ciascun incontro preparatorio nonché da un apposito volume di supporto e analisi storica.

 

 

L’esperienza.

ll Treno della Memoria è un progetto in crescita: dall’edizione 2015, in occasione del 70° anniversario della Liberazione del Campo di Auschwitz, il progetto si è ampliato geograficamente e cronologicamente: “microtappe” della durata di due giorni che, grazie alla mobilità offerta dall’autobus, precedono l’arrivo a Cracovia offrendo così ai partecipanti una esperienza educativamente e storicamente più completa. Uno straordinario viaggio lungo i sentieri della Memoria storica Europea.

Quindi non più solamente la pagina più scura della storia moderna, Auschwitz, ma uno spaccato significativo del secolo scorso attraverso viaggi in luoghi diversi in Europa (Praga, Terezin, Lidice, Budapest, Belzec, Lviv – solo per citarne alcuni) luoghi che rappresentano le sue ferite, i suoi totalitarismi e le sue attuali contraddizioni.

Giunti a Cracovia i gruppi educativi sparsi per l’Europa si ritrovano confrontandosi e approfondendo le rispettive esperienze di viaggio nelle relative “Microtappe”.

Il viaggio prosegue nei giorni successivi con le visite guidate in lingua italiana della Città di Cracovia, del Ghetto ebraico, del Museo della Fabbrica di Schindler e dei Campi di Auschwitz e Birkenau. All’interno del Campo di Birkenau, si tiene la consueta commemorazione compiuta dai partecipanti al viaggio e precedentemente preparata da una semplice quanto efficace attività educativa.

Il rientro in Italia è preceduto da una grande assemblea a Cracovia attraverso la quale collettivamente si rielabora l’esperienza vissuta e la comunità viaggiante si prepara al rientro.

 

La mission.

Il XX secolo, quello breve e delle ideologie, come monito per questo secolo, iniziato senza idee e punti di riferimento.

La memoria dà senso al futuro, ed è proprio il “Futuro della Memoria” il tema fondamentale che caratterizzerà la nostra riflessione ed il nostro impegno per i prossimi anni.

Negli anni il Treno della Memoria ha ricevuto:  l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, L’Alto Patrocinio della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica  e del Parlamento Europeo. Collabora stabilmente con il Museo di Auschwitz-Birkenau, con il Museo di Schindler, con gli Istituti italiani di cultura e con diverse università italiane tra cui l’Università degli Studi di Palermo e straniere ed il Rotary Club di Torio.

 

La partnership Rotaract Club Palermo Mediterranea/Treno della Memoria.

Da sempre il Rotaract si rivolge al contesto socio-culturale locale, nazionale ed internazionale come una delle più grandi realtà di formazione dei leader del futuro. Senza alcun dubbio, la crescita umana e professionale di ogni donna ed ogni uomo passa attraverso delle esperienze di grande pregio e di grande rilevanza tanto morale quanto concreta. Il Rotaract Club Palermo Mediterranea ha, da tempo, intrapreso, un percorso di apertura all’internazionalizzazione ed attraverso questo strumento avrà la possibilità di consentire ad un giovane di formarsi all’interno di un progetto che da anni è garanzia di riuscita. Consentire ad un giovane di formare la propria memoria, la propria coscienza, il proprio senso critico è pietra miliare nell’attività di service del Rotaract.

 

Il Finanziamento della Borsa di Studio.

Il progetto troverà svolgimento tra il 4 e l’11 Marzo del 2017.

L’ammontare della Borsa di Studio è di Euro 250,00 che verranno corrisposti allo studenti universitari che, tra coloro i quali hanno già manifestato interesse al progetto presenti, entro e non oltre il 19/12/2016 il reddito ISEE inferiore. La borsa di studio copre le spese di vitto, alloggio e di formazione. Dalla somma sopra indicata sono escluse le spese di viaggio che restano a carico del partecipante.

La Commissione che valuterà ed assegnerà la borsa di studio sarà costituita da N.1 delegato del Rotaract Club Palermo Mediterranea e N.1 delegato dell’Ass.Treno della Memoria.

 

Continuità nel tempo.

Lo studente che usufruirà della Borsa di Studio dovrà produrre un elaborato scritto e con immagini che verrà pubblicato sui siti delle Associazioni, nel quale descriverà le emozioni e le sensazioni provate durante l’esperienza svolta.

Dic 15 2016 admin Categoria: A.S. 2016/2017

standardPostTransition
Perhaps the network unstable, please click refresh page.
postListTransition